Fantasma al supermercato

"Ho passato tre giorni con la sensazione che ci fosse qualche entità intorno a me, mi sentivo strana. Lavoro in quel supermercato e forse sarà una coincidenza, ma ho perso un orecchino e con le colleghe lo ho cercato a lungo, ritrovandolo il giorno dopo in un punto dove tutti avevano già guardato e dove passavamo continuamente.

Ritrovato l'oggetto ho continuato a sentirmi strana, a sentire questa presenza accanto a me e ho voluto scattare delle foto appositamente per vedere se c'era qualcuno. Io sono quella sulla destra, sulla sinistra accanto a me una presenza sconosciuta".


La ragazza sembra sincera ed è considerata attendibile.

Una manipolazione all'immagine è da escludere, poiché è stata eseguita l'analisi forense dall'originale.

Ha inviato questa foto affermando che era assolutamente sola nel momento in cui l'ha scattata. Sembra davvero una persona con una busta della spesa; che si tratti di un vecchio cliente? O forse di un cliente in carne e ossa? C'è da dire che l'effetto sarebbe facilmente riproducibile scattando varie foto a quella porta lucidata a dovere, mentre una persona entra o esce dalla struttura. Basterebbe scegliere gli scatti migliori e spacciarli per "sequenza di foto". Ma la ragazza continua ad affermare che assolutamente non c'era nessuno e ciò che fa pensare davvero che sia in buona fede è l'assenza dell'ombra dell'ipotetico spettro. Si nota in tutte e tre le foto la ben distinta ombra della ragazza dettata dalla luce proveniente dalla porta di ingresso, la stessa non è presente invece ai piedi dell'altra figura.